Good Dog
Share
Alimentazione casalinga cani

Alimentazione casalinga per cani

Quando si formula una dieta casalinga per cani, ci sono diversi fattori da prendere in considerazione, quali l’età, la razza e dunque le dimensioni dell’esemplare, e soprattutto il tipo di attività svolta durante l’arco della giornata.

Sulla base di queste informazioni sarà possibile stabilire il BAI, Bisogni Alimentari Individuali ed il corretto razionamento alimentare, facendo un accurato calcolo dei fabbisogni giornaliere dell’animale. Tuttavia, se si pensa di voler seguire una dieta casalinga per un lungo periodo, allora sarà meglio prendere un appuntamento col proprio veterinario di fiducia.

Per questa ragione, piuttosto che riportare delle vere e proprie ricette, si indicheranno quelli che sono gli alimenti indispensabili e che stanno alla base di una dieta sana ed equilibrata, che come ricordiamo è in grado da sola di risolvere fino al 70% delle patologie.

Alimenti indispensabili 

A prescindere dallo specifico fabbisogno giornaliere, ci sono alcuni alimenti che non devono mai mancare all’interno di una qualunque dieta, anche quella casalinga, che voglia rispettare principi di equilibrio e salute.

Proteine di origine animale

Come è facile intuire, la carne è per i cani alla base della dieta. L’ideale sarebbe quella di servirla da cotta così da eliminare la possibile presenza di parassiti con cui l’animale potrebbe venire a contatto.

Quando ci si approccerà a stabilire la quantità di carne da fare assumere giornalmente al cane, è fondamentale considerarne il peso da fresca, considerando che il 60% di essa è costituita da acqua.

Fondamentale elaborare una dieta in cui la carne copre il 75% del fabbisogno proteico del cane.

Carboidrati

Un altro alimento importante che sarà in grado di coprire i fabbisogni energetici del cane è il riso, che essendo composta da carboidrati, conferirà il corretto apporto di energia.

Il riso è anche in grado di coprire la quota di proteine lasciata scoperta dalla carne. Anche il riso sarebbe bene servirlo da cotto, anzi stracotto, diventando in questa maniera più facile da assimilare, soprattutto perché nei cani l’enzima in grado di digerire l’amido è meno sviluppato rispetto a noi umani.

Sostanze lipidiche

Proteine e carboidrati non sono ancora sufficiente per la formulazione di una dieta equilibrata. Un’altro elemento fondamentale da inserire all’interno della dieta casalinga di qualunque cane è un alimento lipidico come l’olio. Questo oltre ad essere ideale per la produzione di sebo, che rende lucido il pelo, completerà il fabbisogno energetico dell’animale.

Fibre vegetali

Infine, bisogna pensare alle riserve di fibra.

Se il cane ha la possibilità di passare la maggior parte della giornata in giardino, non sarà necessario integrare le fibre nell’alimentazione casalinga, dal momento che in maniera del tutto autonoma sarà in grado di stabilire lui stesso quando sarà necessario mangiare un po’ di erba del prato.

Quando, invece il cane sta in appartamento o non ha la possibilità di reperirle da solo, allora sarà necessario integrare nell’alimentazione delle mele o delle carote, da servire grattugiate nella pappa.

Perché scegliere di adottare una dieta casalinga

Uno dei principali vantaggi di fornire un’alimentazione casalinga è quello di far mangiare al cane alimenti con alto contenuto di acqua rispondendo cosi al bisogno etologico dell’animale. Un’altro vantaggio è quello di essere a conoscenza della qualità del cibo fornito, rispetto all’origine, il più delle volte sconosciuta, dei cibi industriali.

Tuttavia, è anche vero che esistono diversi produttori di mangime per cani che mettono in commercio prodotti di qualità. Il miglior modo per fornire al proprio cane adulto un’alimentazione completa è quella di saper scegliere prodotti di qualità leggendo con attenzione le etichette dei cibi in scatola.

Leave a Comment: