Good Dog
Share
Il metodo più facile per addestrare il cane alla gabbia

Il metodo più facile per addestrare il cane alla gabbia

Un addestramento completo, non è solo orientato all’esecuzione di esercizi straordinari, al contrario, è volto ad abituare il cane a reagire bene a situazioni che affronterà nel quotidiano. Pertanto, l’addestratore professionista sarà in grado di fargli accettare il guinzaglio, la museruola, ma anche lo stare in gabbia, che, specie per alcuni esemplari, può essere vissuto come momento traumatico.

Stare per diverso tempo all’interno di un box, durante un viaggio in auto ad esempio, potrebbe rivelarsi una grande fonte di stress per il cane. Abituarlo fin da subito a questa condizione vi permetterà di essere entrambi più sereni.

Abitualo fin da subito alla gabbia

Dal momento che capiteranno situazioni in cui ci si troverà costretti a dover tenere il cane chiuso in gabbia, è meglio non farsi trovare impreparato. Come prima cosa, sarà opportuno incoraggiarlo a percepire il box come uno spazio dedicato a lui, in cui sentirsi al sicuro. Per fare ciò basterà rendere l’ambiente il più confortevole possibile con cuscini, coperte e qualche gioco.

E’ meglio che familiarizzi con la propria gabbia, prima che si presenti l’eventualità di doverla utilizzare.

Rendi lo spazio confortevole

I risultati dell’addestramento alla gabbia saranno migliori se questa verrà scelta in maniera oculata.  La scelta dipenderà da diversi fattori come il materiale di cui è fatta e le dimensioni effettive, da considerare in relazione alla grandezza del cane quando raggiungere la fase adulta.

Oltre che con il rinforzo positivo che, come si è visto prima, consiste nel riempire il box di una serie di confort, un altro sistema efficace affinché il cucciolo accetti questo spazio è quello di applicare la teoria dell’associazione.
Il principio che sta alla base di questa pratica è quello di gratificare il cane, accompagnando il suo ingresso nel box con lodi ed incoraggiamenti.

Non avere fretta

L’addestramento alla gabbia è una di quelle pratiche in cui sarà necessario investire del tempo. Questo perché l’allenamento è suddiviso da diversi passaggi a cui è necessario dedicare particolare attenzione. In un primo momento sarebbe opportuno tenerla aperta, diluendo l’insegnamento per un lungo periodo, al termine del quale si arriverà alla chiusura completa.

Una volta che il cane si sarà perfettamente adattato a questa condizione sarete sicuri che, lasciarlo dentro anche se da solo, non costituirà per lui fonte di ansia.

Tuttavia, è bene tenere in mente che la gabbia non è assolutamente da considerarsi un comodo per il padrone né tanto meno un luogo di punizione, bensì deve essere uno strumento utile da utilizzare in occasione specifiche.

Leave a Comment: