Good Dog
Share
Vomito del cane

Vomito del cane

Se hai da poco preso un cane, devi sapere che ti capiterà vederlo vomitare in alcune occasioni. Prima di farti prendere dal panico è bene essere in grado di capire quando il sintomo è preoccupante e in cosa consiste la terapia consigliata in questi casi.

Distinguere il vomito dal rigurgito

Per prima cosa è fondamentale essere in grado di distinguere il vomito da un semplice rigurgito. Per quanto il rigurgito sia meno grave del vomito, qualora si dovesse manifestare con frequenza, potrebbe comunque essere causa di una qualche patologia.

Il vomito può anche indicare la presenza di una massa che comprime il torace, in questo caso potrebbe essere anche accompagnato da tosse.

Appurato non si tratti di rigurgito, qualora il cane manifesti un singolo episodio di vomito, mostrandosi poi vispo e vivace come al solito, allora non sarà comunque il caso di preoccuparsi. Stati del genere possono capitare e non necessariamente sottendono una particolare patologia in corso.

Diversamente se si tratta di una condizione che si manifesta con maggiore frequenza che porta il cane ad essere mogio al punto di non volersi alimentare, allora ci si dovrà recare immediatamente dal veterinario.

In che occasione il cane vomita

Oltre all’entità e alla frequenza del vomito, è fondamentale capire anche le occasioni in cui ciò si manifesta.

Se il cane vomita durante il trasposto in auto, allora siamo di fronte ad una condizione di chinetosi. A questo si potrebbero aggiungere anche altri sintomi quali salivazione eccessiva, agitazione ed ansia, il più delle volte causata dal fatto di ritrovarsi rinchiuso in un trasportino.

Questo disagio può essere facilmente superato abituando il cane alla gabbia prima di dover affrontare un lungo viaggio.

Se, invece, il cane vomita immediatamente dopo mangiato, la causa potrebbe essere nell’alimentazione. Accertatevi di fornire al vostro cane cibo di qualità e che all’interno della sua dieta siano presenti tutte i nutrimenti indispensabili per la salute dell’animale.

Infine, qualora fosse necessario, considerate la somministrazione di un’alimentazione casalinga.

Leave a Comment: